Guida alle taglie

Perché è importante scegliere il reggiseno della taglia giusta

Quando dobbiamo acquistare un paio di pantaloni o un vestito non abbiamo dubbi su quanto sia importante trovare la nostra taglia. Perché allora non dedichiamo la stessa attenzione alla scelta della taglia giusta di reggiseno? Scegliere il reggiseno della taglia giusta per il nostro seno non è solo una questione di estetica, ma soprattutto di comodità e di salute. Il reggiseno perfetto per noi non solo non segnerà e risulterà invisibile sotto i vestiti, ma ci eviterà una lunga serie di disagi, dall’assunzione di posture scorrette (e conseguenti cervicali, mal di testa e mal di schiena) alla formazione di noduli al seno. Il seno è una delle parti più delicate del nostro corpo: impariamo a rispettarlo e a valorizzarlo.

Come riconoscere il reggiseno perfetto

Capire se un reggiseno fa per noi è difficile? Non così tanto, se impariamo qualche piccolo trucco per riconoscere il reggiseno perfetto. Ecco come devono vestire il nostro corpo le singole parti del reggiseno.

  • Fascia sottoseno: deve restare parallela alle coppe ed essere alla stessa altezza sia nella parte anteriore sia nella parte posteriore. Se la fascia sottoseno tende a salire sulla schiena, probabilmente il reggiseno è troppo largo; se tende a salire tra le coppe nella parte anteriore, il reggiseno potrebbe essere troppo piccolo.
  • Coppe: devono contenere il seno, senza stringerlo e senza che resti spazio vuoto al loro interno. Se il seno esce dalla coppa, nella parte anteriore o laterale, la coppa è troppo piccola, mentre se c’è spazio tra il seno e la coppa probabilmente serve una taglia in meno.
  • Ferretto: deve essere impercettibile. Se segna la pelle o provoca fastidio, il reggiseno deve essere subito rimosso.
  • Ponte o centroseno: la parte anteriore del reggiseno, situata tra i seni, in corrispondenza dello sterno, deve aderire al corpo e non segnare. Se resta sollevata, probabilmente le coppe sono troppo piccole.
  • Spalline: devono essere parallele nella parte anteriore e convergere leggermente verso il centro nella parte posteriore. Se segnano, la fascia sottoseno potrebbe essere troppo larga, se invece scivolano, la fascia sottoseno potrebbe essere troppo stretta. Vestono nel modo corretto se è possibile far scivolare due dita tra le spalline e le spalle.

Guida alla taglia di reggiseno

Adesso che sappiamo come deve vestire il reggiseno perfetto per noi, ecco come fare a calcolare la nostra taglia di reggiseno. Occorre un metro da sarta per poter misurare la circonferenza sottoseno (o giro torace) e la circonferenza seno (o giro seno). La prima misura servirà per stabilire quella che, convenzionalmente, chiamiamo taglia, mentre la seconda misura ci dirà qual è la nostra coppa. La circonferenza sottoseno va misurata sul torace, al di sotto del seno, mentre la circonferenza seno all’altezza dei capezzoli. In entrambi i casi il metro deve avvolgere il corpo con morbidezza, senza stringere. Fatto? Adesso non resta che scoprire la taglia giusta di reggiseno con la tabella seguente!

tabella-taglie-reggiseno

Per prima cosa bisogna individuare la taglia, servendosi della misura della circonferenza sottoseno e scoprendo la taglia corrispondente nelle sue diverse declinazioni (taglia italiana, taglia francese, …). In seguito, con la circonferenza giroseno, sarà possibile conoscere la propria coppa. Ultimo passaggio sarà poi unire i due dati per ottenere la propria taglia di reggiseno giusta. Un esempio? Una donna con 80 cm di circonferenza sottoseno avrà una 4° (taglia italiana) o 90 (taglia francese). Se il suo giroseno è 83, avrà una coppa C. La sua taglia di reggiseno sarà quindi una 4C, corrispondente a una 90C.

Taglie slip e parti basse donna

Per scegliere la taglia giusta delle parti basse (slip, culottes, perizomi, …) è generalmente sufficiente basarsi sulla taglia che si indossa di gonne e pantaloni. Per una scelta che assicuri la migliore vestibilità, però, è sicuramente utile misurare girovita e circonferenza bacino per ricavare la taglia perfetta.
Una volta ottenute le misure, potete consultare la tabella qui sotto. Considerate che i capi in cotone o con basso contenuto di fibre sintetiche hanno una vestibilità standard, mentre i capi con alto contenuto di fibre sintetiche hanno una vestibilità più elastica.

taglie-slip-donna

Taglie pigiami donna e uomo

Il pigiama è un capo di abbigliamento intimo che deve assicurare il massimo comfort. È importante che non stringa e non limiti nei movimenti, per assicurare un riposo sereno, ma al tempo stesso che non sia oversize (pantaloni o maniche eccessivamente lunghi non sono certo il massimo della comodità… e della sensualità!). Per semplificare la scelta della taglia giusta di pigiama procuratevi un metro da sarta e basatevi sulla tabella sottostante. Se siete indecisi tra due taglie, propendere per quella più grande vi assicurerà una vestibilità più comoda.

tabella-pigiami-uomo-donna

Taglie uomo

Per un uomo scegliere la taglia giusta del proprio abbigliamento intimo è sicuramente più semplice che per una donna, ma non per questo banale. Scegliere la taglia corretta di slip e boxer è importante per assicurarsi una vestibilità confortevole e per evitare schiacciamenti e pressioni che, a lungo andare, possono creare notevoli fastidi. Armatevi di un metro da sarta e misurate la circonferenza del bacino per individuare la taglia corretta delle parti basse, misurate invece la circonferenza del torace per scegliere la taglia giusta di maglie e canotte.

taglie-uomo